Skip to main content

Buon Natale 2023 dal Centro Astalli Bologna

Buon Natale 2023 dal Centro Astalli Bologna

Pubblicato il:

Care amiche e cari amici,

il tempo del Natale suggerisce un periodo di attesa, di custodia, di revisione e di luce che viene.

Il vangelo di Luca ci racconta l'arrivo di Gesù nel mondo: questo arrivo viene preceduto da un rifiuto (per loro non c'era posto nell'alloggio) ed è seguito da un'apertura, quella dei pastori che, pernottando all'aperto e vegliando tutta la notte, sono capaci di riconoscerlo ed accoglierlo. C'è una domanda di accoglienza, c'è un rifiuto, c'è chi dorme all'aperto, c'è chi riconosce.

Il nostro 2023 si conclude con una bella notizia: F. ha salutato Casa Eden e assieme a suo figlio sta traslocando, proprio in questi giorni, in un alloggio popolare. Il suo percorso è stato lungo, per molti tratti faticoso, ma anche grazie alle persone che l'hanno accompagnata in questi anni, ora può fissare un'altra tappa nel suo cammino: una casa nuova per lei e per suo figlio, una nuova autonomia da esplorare ed imparare a sostenere, il lavoro da OSS che la mantiene, unita alla sua tenacia e alla sua caparbietà.

Per un percorso che trova una fine, altri invece stentano a trovare soluzioni: otto persone ospitate in San Salvatore (tra SAI e terze accoglienze) hanno superato la soglia dei 12 mesi di accoglienza e, pur avendo un lavoro, non riescono ad ottenere un contratto d'affitto: per loro non si trova posto. Altre hanno superato gli otto mesi di accoglienza e sembrano avviarsi verso lo stesso stallo abitativo, collezionando un rifiuto dietro l'altro dalle agenzie immobiliari. E molte altre persone, lavoratori e studenti, si trovano in strada e dormono all'aperto, perché anche per loro la casa non c'è.

Problemi noti, a cui però non possiamo girare le spalle. Noi certamente non pernottiamo all'aperto come quei pastori del racconto o come i migranti senza fissa dimora in Montagnola, ma siamo forse oggi chiamati a metterci un po' di più nei loro panni, e iniziare a domandarci come trovare nuove risposte ed eque possibilità per ognuno. 

Il tempo del Natale muova i nostri cuori e con essi l'intelligenza di scoprire nuove strade, nuova luce, nuove possibilità, nuova riconoscenza: per noi e per le persone che ci stanno attorno.

 

Un caro augurio di Buon Natale,
Francesco Piantoni
presidente 
e il consiglio del Centro Astalli Bologna