Skip to main content

A Bologna manifestazione contro i CPR, 8 febbraio alle 11.30 davanti alle Prefetture

A Bologna manifestazione contro i CPR, 8 febbraio alle 11.30 davanti alle Prefetture

Pubblicato il:

La campagna contro i Cpr e i grandi centri per l'accoglienza dei migranti riparte: giovedì 8 febbraio, ci saranno presidi davanti alle Prefetture di Ferrara, Bologna, Parma, Forlì, Reggio Emilia, Rimini (e forse anche in altre città); poi, il 2 marzo, una manifestazione regionale "No Cpr" a Ferrara. A promuoverla è la "Rete regionale No Cpr-No grandi centri" e alla iniziativa aderisce anche Astalli Bologna. E' una "rete tra le città per affermare con voce unica che non venga mai più aperto un Cpr", appunto un Centro di permanenza e rimpatrio per migranti senza permesso di soggiorno, nel territorio regionale. Rifiutiamo l'idea di carceri in cui rinchiudere, per poi espellere, magari dopo aver esaurito la funzione di forza lavoro da sfruttare, chi ha la sola colpa di cercare un futuro migliore attraverso la migrazione. Oppure di grandi centri dove le persone in attesa di definire il proprio status vengono ammassate in condizione inumane. L'abbiamo visto a Bologna nel Cas Mattei e nel nuovo Cas di Ozzano, dove la violenza istituzionale forza gli enti gestori ad accogliere numeri di persone ingestibili, mortificandone la dignità e prospettando un futuro di invisibilità e di possibile reclusione", si legge nell'annuncio dei sit-in davanti alle Prefetture. "Vogliamo contribuire ad una Europa di ponti, di libertà e democrazia, e non di muri, discriminazioni e politiche suprematiste e nazionaliste", aggiungono gli esponenti della Rete No Cpr impegnati nella preparazione della manifestazione regionale del 2 marzo a Ferrara, città scelta come sede di Cpr.

A Bologna pronti a scendere in piazza contro i Cpr e i grandi centri per migranti sono: e Tpo, Asgi, Mediterranea Bologna, Vag61, Arci, Rete sulla stessa barca,  Centro lavoratori stranieri della Cgil, Libertà era restare, Astalli Bologna, Consulta per la lotta all'esclusione sociale, Refugees welcome, Il manifesto in rete, Portico della Pace,   Laboratorio di Salute Popolare, Famiglie Accoglienti, Ya Basta Bologna, ByPiedi, Adl Cobas, Approdi, Dialoghi, Polisportiva HSL, Forum terzo settore Emilia Romagna, Piazza Grande, Libera e Prometeo.